Chatta con noi X
SCRIVI
MALESIA - NATURA INCONTAMINATA DEL SARAWAK

Partenze giornaliere dal 04/04/2019 al 30/04/2020



DESCRIZIONE

13 giorni / 12 notti

Questa avventura parte dalla città esotica e multietnica di Kuching ed offre un’esperienza unica con due delle comunità tribali del Sarawak: gli Ibans, che vivono in gran parte ancora nelle tipiche Longhouses lungo i fiumi del stato occidentale, e i Melanau, tra i primi coloni del Sarawak lungo le rive del possente fiume Rajan e la zona costiera centrale. La giungla con il fascino della sua fauna selvatica, i fiumi imponenti, gli ecosistemi lacustri cattureranno la tua attenzione non meno dei coloratissimi mercati locali e delle piantagioni del pepe migliore al mondo. E non dimenticare i regali per gli Ibans: è prassi che qualsiasi visitatore si rechi in una Longhouse, porti dei doni!

TAPPE PRINCIPALI

  • KUCHING
  • BATANG AI
  • SIBU
  • LAMIN DANA
  • KOTA KINABALU
  • SANDAKAN
  • SUKAU

su richiesta

dai principali aeroporti

1° GIORNO: KUCHING

Arrivo del volo e incontro con la guida in lingua italiana. Trasferimento al proprio hotel. Pomeriggio alla scoperta di questa esotica città. Dopo aver visitato uno dei bei Templi Buddisti del centro città, si percorreranno le tranquille strade del Quartiere Malese (Malay Village). Qui gran parte delle case più antiche hanno un’uscita sulla strada e l’altra sul fiume con le barche lì ancorate. Tornati in centro città inizio del tour a piedi: sosta alla Moschea, attorniata da una miriade di negozietti sotto vecchi portici, e poi si raggiungerà l’area contornata dai bianchi edifici del periodo coloniale britannico, gli anni d’oro del Raja Bianco – Sir James Brook - che fece erigere la Court House ed il Palazzo del Governatore e, sulla riva opposta del fiume, il Forte Margherita. Si uscirà infine sul Waterfront, passeggiata pedonale che costeggia la riva del fiume fino alla zona degli hotels. E’ simpatico qui vedere i rappresentanti delle varie tribù locali sedere in terra per osservare soprattutto gli stranieri, tipico atteggiamento culturale delle tribù che vivono all’interno del Paese. Il tour terminerà con una simpatica crociera sul fiume Sarawak prima di tornare a piedi al vicino hotel. Resto del pomeriggio libero per relax o shopping nel centro cittadino. Pernottamento.


Kuching rappresenta in pieno l’esoticità di questo Stato della grande Isola del Borneo. Il primo impatto è di una città tranquilla con il suo largo Sarawak River, tipico fiume della giungla ancora oggi così importante per il commercio di questa zona del Paese. Non esistono ponti nella zona centrale della città e quindi il trasbordo tra le due rive si svolge ancora con le tipiche barchette colorate e coperte che in pochi minuti trasportano i passeggeri dal centro della città sull’altra sponda dove, nel folto della vegetazione, si nascondono i vari quartieri malesi.

2° GIORNO: KUCHING / BATANG AI

Colazione e partenza alle ore 8:00 am verso la giungla del Batang Ai. Il viaggio richiederà praticamente tutta la giornata arrivando sul posto intorno alle ore 17:00 ma con varie soste molto interessanti. Il percorso si snoda lungo l’unica strada di comunicazione tra est e ovest Sarawak quindi con tempi di percorrenza piuttosto lenti. Prima tappa presso l’Orang Utan Rehabilitation Centre di Semenggoh. Una volta giunti all’ingresso del Rehabilitation Centre ci si dirigerà, seguiti dai naturalisti e rangers locali, all’interno della giungla attraverso un sentiero per raggiungere la zona delle piattaforme su cui il personale pone dei cibi per attirare gli animali. Si ripartirà quindi alla volta del piccolo paese di Serian, l’ultimo vero paese prima di avventurarsi verso la giungla, con la possibilità di aggirarsi nel coloratissimo mercato locale. Un’ulteriore sosta verrà effettuata presso una delle piantagioni di pepe della zona. E’ questa l’attività base dell’economia degli Ibans e il pepe prodotto in Sarawak è considerato uno dei migliori al mondo. Verso l’ora del pranzo arrivo previsto a Lachau, un vero e proprio “avamposto” non esistendo praticamente nessun paese ma soltanto piccoli villaggi spersi nei dintorni. Prima di ripartire, si potrà fare dello shopping molto interessante con prodotti degli Ibans. Qui si compreranno anche dei regali per gli Ibans che andremo a visitare il giorno successivo: infatti è prassi che qualsiasi visitatore si rechi in una Longhouse, porti dei doni. Continuando il viaggio sempre più verso l’interno si giungerà al jetty del Batang Ai. E’ questo un enorme lago artificiale chiuso tra 2 dighe e creato negli anni ’90 per la produzione di energia “pulita”. Si trova proprio all’ “ingresso” dei grandi e piccoli fiumi che da qui si diramano all’interno della giungla più fitta. Imperdibile il tramonto sulla giungla con orario intorno alle ore 18:15. Pernottamento.

3° GIORNO: BATANG AI / SIBU

Alle ore 8:30 am ritrovo con la guida. Si scenderà fino al jetty del resort dove sarà pronta la canoa (Longboat) guidata dagli stessi ragazzi Iban per l’escursione lungo i fiumi della zona. Si partirà risalendo il fiume Batang Ai per inoltrarsi nella giungla dove sorgono le Longhouses della tribù degli Iban. Le Longhouses sono più di 500 dislocate su quasi tutti i fiumi del Sarawak centrale. Ovviamente noi visiteremo una delle Longhouse più vicine al resort ma che rispetta il tradizionale stile di vita locale. Le Longhouses sono composte da strutture in legno su palafitte arroccate sulle sponde dei fiumi. Gli interni sono composti da un lungo corridoio che rappresenta il luogo di vita sociale e comune per tutte le famiglie che l’abitano, a volte si arriva a 20 nuclei familiari per ogni Longhouse. Una vera cerimonia toccante sarà quella del passare al Capo del Villaggio quanto da voi acquistato il giorno precedente. Vedrete che tutte le donne si siederanno in cerchio con accanto i bambini e divideranno equamente tutto ciò che sarà stato portato loro e in base al numero dei bambino per ogni famiglia! Pranzo in stile locale alla Longhouse. Dopo pranzo procederà per un trekking facile ma molto interessante che vi porterà, al seguito di uno degli abitanti locali, fino in cima alla collina da dove si avrà una spettacolare veduta aerea della giungla. Qui si trovano le piantagioni di pepe, attività base dell’economia degli Ibans. Nel pomeriggio si rientrerà al Resort per ritirare i bagagli e quindi trasferirsi con la barca al jetty del resort. Dal jetty partenza via terra per raggiungere l’area del Central Sarawak e la città di Sibu (tempo di percorrenza circa 4 ore). Sibu è la città più importante del Sarawak Centrale ed adagiata lungo le sponde dell’esotico Rajang River, il più lungo fiume di tutta l’isola del Borneo. L’imponente Rajang River, largo quasi un chilometro, è la caratteristica dominante della città e una fonte di attività costante, con imbarcazioni che trasportano merci, popolazioni locali fino ad arrivare alle tipiche barche Sampan. I tramonti sul Rajang possono essere davvero spettacolari. Dopo cena si potrà visitare il Mercato Notturno, punto di incontro della popolazione locale fino a tarda sera. Pernottamento.

4° GIORNO: SIBU / LAMIN DANA

Colazione in hotel. Al mattino con la guida si esplorerà il grande Mercato Coperto del centro cittadino: un’esperienza unica qui nel Sarawak dove avrete modo di vedere uno stile di vita veramente particolare ed unico anche per il Borneo. Dopo una visita al bel tempio a pagoda Buddista/Taoista che si affaccia sul fiume, si salirà a bordo di una barca privata per risalire il grande Rajang River ancora oggi la via di comunicazione più usata da tutte le popolazioni locali ed anche per i commerci marittimi. Lungo le sponde grandi foreste di mangrovie e piccoli villaggi di pescatori: proprio in uno di questi villaggi si effettuerà una sosta per vedere le tecniche di pesca su questi fiumi. Si proseguirà quindi verso il primo villaggio abitato dall’etnia Melanau: Sungai Kut. Avrete un contatto diretto con queste popolazioni venendo accolti all’interno di una casa privata dove vi saranno offerte delle bevande e dolci tipici locali. Sempre con la barca si continuerà a risalire un piccolo fiume sepolto nel mezzo della rigogliosa giungla tropicale per raggiungere la cittadina di Dalat da dove si ripartirà via terra alla volta di Mukah e del villaggio Melanau Lamin Dana, tappa finale della giornata (meno di un’ora di strada). Qui verrete accolti ed ospitati presso una vera grande casa in legno tipica (Homestay) di questa popolazione. Lamin Dana è uno dei maggiori centri di produzione del tipico “sago”, una farina che si estrae dai tronchi di una particolare palma che cresce prevalentemente in queste zone. Alla Homestay avrete l’esperienza di una cooking lesson con le simpatiche signore che si occupano della preparazione dei cibi e qui potrete sperimentarvi con l’uso delle spezie e prodotti locali per preparare anche parte della vostra cena! Una passeggiata attraverso le case in legno e su palafitte del villaggio precederà la cena e quindi il pernottamento alla Homestay di Lamin Dana.

5° GIORNO: LAMIN DANA / SIBU / KOTA KINABALU

Colazione alla Homestay. Al mattino si partirà a bordo di barche locali per risalire il piccolo fiume del villaggio, scoprire i metodi artigianali con cui viene prodotta la farina di sago, macchinari in gran parte in legno che datano secoli di storia. Si percorrerà anche un altro piccolo fiume dove osserverete le miriadi ti tronchi di legno di questa palma del sago galleggiare sulle acque prima di essere raccolti e subire il processo di lavorazione. Sarà veramente un’esperienza per capire lo stile di vita locale. Dopo questa esperienza si rientrerà alla Homestay di Lamin Dana per il pranzo e quindi partenza via terra per raggiungere, in poco più di 2 ore, l’aeroporto di Sibu dove avrete il check-in del vostro volo per Kota Kinabalu. Trasferimento all’hotel in città. Pernottamento.

6° GIORNO: KOTA KINABALU / SANDAKAN

Colazione da asporto preparata dall’hotel e rilascio delle camera di primo mattino. Si potranno lasciare i bagagli più ingombranti in Hotel ed portare con se un piccolo bagagli con cambi per soli 2 giorni. Alle ore 07.45 am arrivo del volo all’aeroporto di Sandakan da dove si partirà verso il Sepilok Orang Utan Rehabilitation Center. Questo Centro, fondato nel 1964 e con una estensione di 40kmq, ospita orang utan che vengono riabilitati alla vita nella foresta dopo aver perduto il loro habitat naturale. E possibile osservare esemplari che giungono dalla foresta circostante alla ricerca di cibo supplementare posto su delle piattaforme dai rangers locali, i quali in questo modo possono osservare lo stato di salute di questi primati. Si calcola che gli esemplari che ancora vivono allo stato selvaggio nelle giungle locali siano circa 15.000. Sempre a Sepilok si visiterà il vicino centro dei “Sun Bears” i piccoli orsi della giungla malese, quasi impossibile da avvistare durante i trekking, essendo questi animali veramente molto schivi. Dopo la visita si inizierà il trasferimento via terra di circa 2 ore fino all’aera del Kinabatangan River. E’ questo uno dei pochi habitat di autoctone scimmie proboscide, orang utan selvatici, uccelli multicolori, tra cui il tipico hornbill, martin pescatori, buceri e se si è fortunati anche gli elefanti pigmei del Borneo. Questo fiume fangoso con tanti piccoli affluenti farà scoprire una natura abitata anche dagli “Orang Sungai”, i popoli dei fiumi ancora oggi dediti alla pesca in questi fiumi di piccoli crostacei. Arrivo al Lodge sul fiume, check-in delle camere e pranzo. Alle ore 16:00 si uscirà con delle barche per esplorare i fiumi dell’aera del Kinabatangan con la ricchissima fauna e la lussureggiante ed incantevole giungla. Cena e pernottamento.

7° GIORNO: SUKAU

Colazione leggera di primissimo mattino. Alle ore 06:30 am partenza in barca per esplorare un’altra zona del fiume quando ancora la foresta circostante è ammantata di nebbia, per raggiungere i laghi “Ox Bow” ovvero “a corna di bue”. L’escursione in barca, che consente di esplorare questo interessante ecosistema lacustre, dà la possibilità di osservare specie di uccelli meno facilmente avvistabili durante l’escursione pomeridiana (come aironi rossi e bianchi, uccelli serpentari). Rientro al lodge per la vera colazione. Si procederà poi per il trekking nella giungla circostante alla ricerca di flora e fauna selvatica. Rientro al resort per il pranzo. Dalle ore 16.00 si procede per un'altra crociera sul fiume del fiume Kinabatangan per la ricerca di fauna selvatica e per esplorare questo fiume mistico dove si trova la maggior parte delle fauna del Borneo. Ritorno al Lodge, cena e quindi uscita notturna in barca. Pernottamento.

8° GIORNO: SUKAU / SANDAKAN / KOTA KINABALU

Colazione al Lodge e rilascio delle camere. Ore 10.00 am partenza via terra da Sukau per fare ritorno a Sandakan dove si potrà pranzare presso la casa coloniale in stile inglese “English Tea House”, con grande vista sulla baia di Sandakan. Al termine del pranzo si proseguirà fino all’aeroporto per il check-in del volo di ritorno a Kota Kinabalu. Sulla via per l’hotel ci si fermerà ai tipici mercati pomeridiani posti sul Waterfront: il grande mercato locale del pesce e quindi il Mercato Filippino con la sua oggettistica e tessuti locali. Arrivo in hotel e pernottamento.

9° GIORNO: KOTA KINABALU / ITALIA

Colazione in hotel. Giornata libera oppure tour opzionale ad una delle isole del piccolo arcipelago che fronteggia la città. Pranzo in stile locale in città oppure sull’isola. In giornata partenza per l’aeroporto per il check-in dei voli di rientro in Italia.

Da non perdere

SFUMATURE INTENSE - Africa e Medio Oriente

guarda LE PROPOSTE >

SCOPERTE INASPETTATE - Nord America e Messico

guarda LE PROPOSTE >

ARMONIE INSOLITE - Asia e Oceania

guarda LE PROPOSTE >

GOCCE D'OCEANO - Mari e Oceani

guarda LE PROPOSTE >